Gioca Sicuro

Il mondo dei casinò, sia terrestri che virtuali, è continuamente alla ricerca di nuovi giochi e varianti che possano appassionare un numero sempre più grandi di clienti. Alcuni grandi classici, però, sono titoli intramontabili che tra l’altro sono stati presi come ispirazione per grandissime produzioni cinematografiche. Tra questi non possiamo non parlare de blackjack, gioco tanto semplice quanto adrenalinico.

Il blackjack è un gioco di carte con uno svolgimento per certi aspetti elementare, con poche e semplici regole, e probabilmente è questa caratteristica a renderlo un gioco conosciuto in tutto il mondo. Lo scopo finale del blackjack? Battere il banco, ma senza sballare, quindi senza fare un punteggio maggiore di 21. Vediamo insieme come si gioca a blackjack, anche nella sua declinazione online e tutto quello che occorre sapere.

Di seguito, innanzitutto, trovi una tabella nella quale sono stati inseriti i migliori siti per capire come si gioca a blackjack, le loro principali caratteristiche e il link al sito ufficiale.

come si gioca a blackjack? migliori siti

[elementor-template id="960"]

Come si gioca a blackjack

Come si gioca a blackjack? Con tanto sangue freddo, approccio comune a praticamente tutti i giochi d’azzardo. A parte questo dettaglio, per comprendere come vincere a questo appassionante gioco è fondamentale conoscerne il funzionamento. Innanzitutto dobbiamo specificare che la finalità del gioco è battere il banco, e non fare 21 come molte persone erroneamente credono.

Come si batte il banco? Facendo un punteggio più alto. Ogni partita inizia con un mazziere che distribuisce due carte al giocatore e due carte per sé stesso, di cui una coperta. Ciò significa che il giocatore su questa incognita dovrà basare la sua strategia. Le carte sono quelle francesi, per intenderci le stesse impiegate per il poker, e vengono utilizzati da due a otto mazzi.

Ogni carta ha un valore, che corrisponde a quello riportato sulla carta stessa, ad eccezione delle figure e dell’asso. Le prime hanno sempre un punteggio di 10, mentre gli assi di 1 o 11 a seconda delle esigenze di gioco.

Il punteggio totale è dato dalla somma delle carte sul banco, fermo restando che nel caso uscisse una figura con un asso, il giocatore avrebbe fatto blackjack.

come si gioca a blackjack al casino

Mettere a segno un colpo simile significa anche conseguire una vincita più alta. Nel dettaglio, il rapporto di pagamento normale è di 2:1. Ciò significa che per una puntata di 20 euro, battendo il banco, verrebbe corrisposta una vincita di 40 euro, di cui 20 euro rappresentano la vincita utile, e 20 euro la copertura della puntata. Con un blackjack invece, il rapporto sale 3:2.

Ipotizzando la medesima scommessa di 20 euro, la vincita totale sarebbe di 50 euro, di cui 30 euro la vincita utile, mentre 20 euro la copertura della scommessa.

Per quanto riguarda invece i semi e i colori delle carte, non influenzano minimamente lo svolgimento del gioco. Ad ogni modo, una volta che il mazziere avrà distribuito le carte a tutti i partecipanti del tavolo, questi potranno scegliere come “muoversi”.

Questo significa che il giocatore potrà chiamare un’altra carta per cercare di battere il banco avvicinandosi al 21. La mossa prende il nome di “hit”.

In alternativa può decidere di fermarsi perché reputa il suo punteggio sufficientemente alto. La mossa in tal caso viene definita “stare”. Oltre a queste due azioni principali, il partecipante può scegliere tra “dividere” e “raddoppiare”.

La prima delle due è possibile nel momento in cui il giocatore riceve due carte uguali e la puntata raddoppia. Vengono quindi giocate due diverse mani potendo scegliere per entrambe se chiedere carta o stare.

Il raddoppio invece, può essere attuato nel momento in cui la partita prende una piega decisamente a favore del giocatore. In questa situazione il giocatore avrà diritto solamente a un’ulteriore carta.

Come si gioca a blackjack online

Internet ha portato una ventata di freschezza in moltissimi settori, compreso quello del gioco d’azzardo. Negli ultimi vent’anni infatti, sono nate un numero indefinito di piattaforme di gioco in grado di proporre moltissimi titoli, e il blackjack rientra tra questi.

Anzi, in realtà il blackjack rimane uno dei giochi d’azzardo più giocati online. Il primo passo per iniziare è chiaramente quello di aprire un conto di gioco presso un operatore.

Alcuni casinò online permettono di iniziare a giocare con un blackjack demo, ovvero una versione di valutazione che consente sia di comprendere il funzionamento della piattaforma, che di prendere confidenza con le dinamiche di gioco.

Una volta presa a giusta consapevolezza del rischio, sarà possibile effettuare un primo deposito di denaro reale con un dei metodi consentiti.

La totalità dei casinò online consente di depositare denaro sul conto di gioco attraverso un bonifico, per cui sarà però necessario attendere i giorni di contabilizzazione. In alternativa è possibile utilizzare le carte di credito dei principali circuiti internazionali, come MasterCard e Visa, oppure altri sistemi digitali, come Skrill, Sofort e in alcuni casi anche il noto PayPal.

A questo punto il giocatore è pronto per iniziare a giocare con una delle modalità di blackjack disponibili sulla piattaforma prescelta. Alcune prevedono la presenza di un’intelligenza artificiale a gestire le scommesse.

Per molti anni è stata l’unica possibile, ma alla lunga scommettere contro un software può risultare noioso. Negli ultimi anni però, è stata introdotta la possibilità di giocare a blackjack live.

come si gioca a blackjack online

In questo caso, al posto dell’intelligenza artificiale troviamo un croupier in carne e ossa, e le partite vengono trasmesse in diretta streaming.

Inutile sottolineare come si tratti di un’esperienza di gioco decisamente più immersiva, che consente al giocatore di sentirsi come se si trovasse all’interno di un casinò reale. Basti pensare che in molti casi il croupier si trova realmente tra le quattro mura di un casinò reale.

Ad ogni modo, nel blackjack live il mazziere è dotato di uno scanner sotto cui passare le carte che verranno immediatamente proiettate sullo schermo dell’utente, che si tratti di un computer, un tablet o uno smartphone.

A seconda della piattaforma prescelta inoltre, il giocatore avrà modo di chattare con le altre persone sedute al tavolo, e persino con il mazziere stesso.

Le regole base del blackjack rimangono sempre le stesse, a prescindere che si tratti di una partita in un casinò terrestre, online o in modalità live. Possono però esserci alcune piccole varianti, che in alcuni casi potrebbero ad esempio cambiare il rapporto di vincita (solitamente a favore del casinò). In aggiunta, ogni tavolo può applicare limiti minimi e massimi di scommessa.

Questo è il motivo per cui prima di scegliere il tavolo è sempre opportuno leggere con molta attenzione le regole, per evitare spiacevoli sorprese in un secondo momento.

Ad esempio, solitamente il banco ha una regola ben precisa, ovvero quella che nel momento in cui totalizza un punteggio di 17, deve fermarsi, mentre il giocatore può proseguire rischiando e chiedendo ulteriori carte.

Tale regola però, in alcune varianti non sempre è presente nei casinò che permettono di fare soft 17, ovvero un punteggio dove è presente un asso.

Come vedremo successivamente non esistono vere e proprie strategie da intavolare, anche perché una buona parte dell’esito della partita lo deciderà la dea bendata, ma è comunque possibile ricorrere ad alcuni accorgimenti per diminuire il fisiologico vantaggio della casa.

[elementor-template id="2117"]

Come si gioca a blackjack al casino

Considerando il ristretto numero di regole che contraddistingue il blackjack, a livello teorico una persona potrebbe iniziare a giocare già dopo pochi minuti. Ovviamente però, il giocatore dovrebbe fare i conti con alcune astuzie che possono essere acquisite solamente sul campo dopo la giusta esperienza di gioco. Ad esempio, sono in molti a concentrarsi unicamente sulle proprie carte con l’obbiettivo di fare 21.

Una strategia di questo tipo però, è erronea, perché l’attenzione deve essere posta sulle carte del banco.

È opportuno ricordare infatti, che il banco è obbligato a chiamare carta fino a quando non ha raggiunto il punteggio di 17, e poi sarà costretto a fermarsi. Inutile sottolineare che dal punto di vista del giocatore, è sicuramente meglio se il banco parte con una carta bassa anziché una alta.

Il motivo di questa considerazione è molto semplice: se il banco è costretto a pescare più carte, è più probabile che sballi. Ovviamente è valido anche il discorso inverso.

Facciamo un esempio concreto. Nel caso il banco mostrasse un 5, il pescaggio di un figura rappresenterebbe un problema, perché il punteggio sarebbe già di 15, quindi le possibilità di sballare sono concrete.

Al contrario, se la carta scoperta fosse un re, una qualsiasi carta di alto valore, comprese le figure e gli assi, permetterebbe al banco di ottenere un ottimo punteggio.

Ma come giocare a blackjack al casinò? Una strategia decisamente malvista dai casinò riguarda il conteggio delle carte. In molti credono addirittura si tratti di una pratica illegale, ma se le carte vengono contate con il solo ausilio della memoria è del tutto lecito farlo.

Per i giocatori di blackjack online contare le carte risulta parecchio complicato se non quasi impossibile, dal momento che dopo ogni scommessa i mazzi vengono rimescolati azzerando di fatto lo “storico” delle carte uscite fino a quel momento.

Questo accorgimento viene utilizzato dalla quasi totalità degli operatori online perché chiaramente da casa il giocatore potrebbe usare stratagemmi non ammessi.

come si fa a giocare a blackjack

Come si gioca a blackjack 21

Il trucco del contare le carte è stato ripreso anche da moltissimi libri e produzioni cinematografiche. Ad esempio il bellissimo film 21 con Kevin Spacey si basa sulla storia vera del MIT BlackJack team, un gruppo di ragazzi che negli anni ’80 ha sbancato i casinò di mezza America vincendo milioni di dollari.

Ad ogni modo, per contare le carte esistono diversi metodi, ma uno dei più diffusi è quello del “+1” “-1”.

Ma come funziona esattamente? Questo semplice stratagemma rende il conteggio delle carte piuttosto elementare.

Nel momento in cui esce una carta bassa, ovvero compresa tra due e sei, è necessario conteggiare un +1. Con le carte alte invece, quindi dal 10 all’asso, si conteggia un -1. Le carte dal sette al nove prevedono invece si conteggi uno “zero”.

Attraverso questo metodo, se si ottiene un risultato evidente come un +13, si avrà la certezza che fino a quel momento sono uscite carte basse. Questo significa che ci sono maggiori probabilità che le carte successive siano alte.

Ovviamente è opportuno tenere in considerazione questo risultato come una semplice indicazione di massima, anche perché con più mazzi di carte è realmente difficile fare un calcolo preciso.

Un’altra strategia che può leggermente aumentare le probabilità di vittoria si affida alla famosa tabella del blackjack. In realtà esistono più tabelle, ovvero degli specchietti che suggeriscono la migliore mossa da farsi a seconda della carta scoperta del banco. La più famosa di queste tabelle è la seguente:

  • Il banco mostra 3, il giocatore ha un punteggio di 12. Si chiama carta.
  • Il banco mostra 7, il giocatore ha un punteggio di 16. Si chiama carta.
  • Il banco mostra 10, il giocatore ha un punteggio di 11. Si raddoppia.
  • Il banco mostra 3, il giocatore ha un asso e un tre. Si chiama carta.
  • Il banco mostra 9, il giocatore ha un asso e un 7. Si raddoppia.
  • Il banco mostra 9, il giocatore ha due 9. Si splitta.
  • Il banco mostra 10, il giocatore ha due 8. Si splitta.

Questa come detto è solamente una delle tante tabelle ideate per il blackjack, che comunque non rappresentano nessuna garanzia di vittoria.

Esistono anche alcune varianti del blackjack, seppur le regole di base siano sempre le medesime. Tra le più famose troviamo la Blackjack Double Exposure. In tale variante fin da subito vengono mostrate le carte del mazziere.

Un’altra variante, la California Blackjack, prevede che i mazzi utilizzati siano 6 anziché 8, ma composti da 53 carte anziché 52. La carta supplementare in questo caso è un comune Jolly che potrà venire impiegato a discrezione del giocatore, facendogli assumere il miglior valore per la mano.

Il blackjack terrestre e il blackjack online invece, non possono essere considerate come delle vere e proprie varianti.

Tralasciando la prima sostanziale differenza, ovvero che nel casinò terrestre si gioca all’interno di una struttura fisica, e in quello online su una piattaforma web, le due modalità di gioco sono profondamente diverse.

Queste differenze non sono sotto l’aspetto delle regole, che sostanzialmente sono le stesse, quanto nelle dinamiche di gioco.

Il blackjack fisico è caratterizzato da un ritmo di gioco forse più lento ma costante e serrato. Paradossalmente invece, nel blackjack online è possibile prendersela più “comoda”, anche se chiaramente un software non può avere tempi morti (e non può nemmeno sbagliare).

come si gioca a blackjack 21

A metà strada troviamo il blackjack live, che come spiegato in precedenza prevede che la partita sia trasmessa in streaming.

Nel blackjack live non c’è un’intelligenza artificiale a gestire la partita, ma un croupier in carne o ossa. Ad ogni modo, prima di iniziare a giocare è opportuno tenere a mente alcuni accorgimenti, validi per ogni versione del gioco stesso.

Come si fa a giocare a blackjack

Il primo di questi è quello di controllare ogni volta con attenzione quali sono le regole del tavolo prescelto. Ad esempio la presenza dell’hard 17 piuttosto che del soft 17 è importante.

Come detto, il banco è sempre tenuto a fermarsi una volta raggiunto il punteggio di 17. Con il soft 17 però, ovvero in presenza di un punteggio con un asso, il discorso cambia, e il banco può ulteriormente richiedere carta. Il secondo accorgimento utile è quello di non fidarsi mai di sistemi millantatori. La regola è sempre una, ovvero che se fosse facile, ed esistesse la certezza di vincere, lo farebbero tutti.

Le uniche strategie possibili sono gli accorgimenti cui abbiamo parlato, e pochi altri, che permettono solamente di diminuire il vantaggio del banco, e di conseguenza le probabilità di vittoria. Ma anche in questi casi, nessuna certezza di vincite.

[elementor-template id="2121"]
5/5 - (1 vote)